Come Ottenere Informazioni dal Numero di Telaio dell’Auto (Codice VIN)

Che cos’è il numero VIN?

Il codice V.I.N. (Vehicle Identification Number) è il numero identificativo del veicolo, sia esso un’auto, un rimorchio, un motociclo, un ciclomotore. Comunemente viene chiamato “numero di telaio”, ed è stato introdotto negli anni ’50. Solamente da 1981 è stato però standardizzato e sono stati stabiliti alcuni requisiti, come il fatto che debba essere composto da 17 caratteri (lettere e numeri) e che non possano essere utilizzati determinati caratteri cone la lettera I, O, Q (che potevano essere facilmente confusi con i numeri 1 e 0).

Il codice VIN è quindi una sorta di carta d’identità dell’auto, che consente di individuare con precisione la nazione dove è stata prodotta, la casa costruttrice, l’anno di produzione, lo stabilimento in cui è stata costruita, il modello di auto, la tipologia di carrozzeria, il motore, la trasmissione e gli optional installati.


Come leggere il numero di telaio

Come detto, dopo la sua standardizzazione il numero VIN è diventato uno standard internazionale. Si tratta di una sequenza di 17 caratteri (numeri e lettere), dove ad ogni cifra corrisponde una determinata informazione.

I 17 caratteri del codice vin possono essere scorporati in 3 parti: WMI, VDS, VIS.

Codice VIN numero telaio auto

W.M.I. (World Manufacter Identifier)

È il codice costruttore ed è composto dai primi tre caratteri. Serve a identificare il paese della casa costruttrice e il costruttore.

La prima cifra identifica la nazione:
Z: Italia
W: Germania
V: Francia
J: Giappone
Y: Svezia
T: Repubblica Ceca
S: Inghilterra
1: USA
2: Canada
3: Messico
9: Brasile
Ecc.

La seconda e terza cifra, insieme, identificano il codice internazionale del costruttore.
Esempio:
AR: AlfaRomeo
BA: BMW
FA: Fiat
FO: Ford
LA: Lancia
OL: Opel
VW: Volkswagen
Ecc.

Visto che le case automobilistiche hanno fabbriche in varie nazioni, leggendo le prime tre cifre del codice VIN possiamo sapere dove è stata prodotta l’auto.

V.D.S. (Vehicle Descriptor Section)

È composta da 6 a 8 caratteri, dal quarto all’undicesimo del codice VIN, e serve per identificare il modello dell’auto, lo stabilimento in cui è stata prodotta ed eventuali altre caratteristiche.

V.I.S. (Vehicle Identifier Section)

Sezione dedicata al numero progressivo di produzione del veicolo, identifica con precisione il singolo veicolo (numero di serie). È composto dagli ultimi 6, 7 o 8 caratteri, di cui g li ultimi 4 caratteri devono essere obbligatoriamente numeri.


L’utilità del VIN

Il controllo del numero di telaio viene spesso effettuato dalle forze dell’ordine durante i controlli sulle strade, per verificare possibili illeciti. Solitamente controllano la corrispondenza tra la marca e il modello di auto ricavati da numero di telaio e targa.
Saper localizzare e leggere nel modo corretto i codici riportati nel numero identificativo dell’auto è importante anche per i cittadini privati, quando devono acquistare un’auto usata. Questo consente infatti di evitare possibili problemi di auto rubate e riciclate.

La normativa

Le norme di riferimento in merito ai codici di telaio in Italia sono quelle riportate nel Codice della Strada (che ha recepito diverse direttive europee), nel Regolamento di esecuzione del Codice e nel Codice Penale.

In particolare l’art.74 del Codice della Strada (c.d.s.) è dedicato ai “dati di identificazione”:

Art. 74. Dati di identificazione.
1. I ciclomotori, i motoveicoli, gli autoveicoli, i filoveicoli e i rimorchi devono avere per costruzione:
a) una targhetta di identificazione, solidamente fissata al veicolo stesso;
b) un numero di identificazione impresso sul telaio, anche se realizzato con una struttura portante o equivalente, riprodotto in modo tale da non poter essere cancellato o alterato.

2. La targhetta e il numero di identificazione devono essere collocati in punti visibili, su una parte del veicolo che normalmente non sia suscettibile di sostituzione durante l’utilizzazione del veicolo stesso.

Fonte: http://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-iii-dei-veicoli/art-74-dati-di-identificazione.html

Le normative internazionali di riferimento per il VIN sono:
Direttiva 76/114/CEE recepita con DM 26/02/1976
Direttiva 78/507/CEE recepita con DM 30/09/1978
Direttiva 93/34/CEE recepita con DM 03/11/1994

Contraffazione del numero di telaio

Come riportato dal comma 6 dell’articolo 74 del Codice della Strada:

Chiunque contraffa, asporta, sostituisce, altera, cancella o rende illeggibile la targhetta del costruttore, ovvero il numero di identificazione del telaio, è punito, se il fatto non costituisce reato, con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 2.514 a euro 10.061.

Dove si trova il codice di telaio?

Esistono vari posti in cui è possibile vedere il codice VIN della propria vettura (la posizione all’interno della vettura dipende in generale dal tipo di auto):

  • Sul libretto di circolazione, alla voce “E”
  • Sul certificato di proprietà dell’auto alla voce “Telaio”
  • Punzonato sul vano motore
  • A volte sul parabrezza dell’auto
  • A volte all’interno della vettura , esempio sul montante della portiera (dove si blocca la serratura quando è chiusa)

VIN Decoder

In rete esistono diversi siti che offrono il servizio di check del codice VIN, per poter controllare le informazioni contenute in un numero di telaio.
Uno ad esempio è il seguente: http://vindecoder.eu/



Agomento: Dati del codice VIN (numero telaio)
Articolo pubblicato il 7 maggio 2014