Aumento dell’Aliquota dell’Imposta RCA al 16% in 20 Province

Per via del federalismo fiscale, sono già venti le province italiane che, nel giro di pochi giorni, hanno aumentato l’imposta RC Auto dal 12,5% al 16%.

Aliquota Imposta RC Auto 16%Con l’approvazione del Decreto Legislativo numero 68 del 6 maggio 2011 (D.Lgs n.68 del 6/5/2011 “Disposizioni in materia di autonomia di entrata delle regioni a statuto ordinario e delle province, nonché di determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario”) è stato stabilito che, a partire dall’anno 2012, l’imposta sulle assicurazioni RCA diventerà un tributo delle province.

Il decreto permette inoltre alle province italiane, a decorrere dal 2011, di aumentare o diminuire l’aliquota del 3%. Siccome l’attuale imposta sulla RCA è pari l 12,5%, questa potrà quindi variare da un mimino di 9% ad un massimo di 16%. Ma a sole tre settimane dalla pubblicazione del decreto attuativo (03/06/2011), sono già venti le province italiane che hanno portato l’imposta al 16%.

L’aumento dell’aliquota sarà in vigore dal primo giorno del secondo mese successivo a quello della pubblicazione della delibera (quindi nelle province che hanno aumentato l’imposta a giugno, questa entrerà in vigore dal 1 agosto 2011).

L’aggravio per gli automobilisti assicurati sarà di circa 17 euro ogni 500 euro di assicurazione. Ennesima spesa a carico dei consumatori. Come non bastasse il fatto che, secondo uno studio di McKinsey, le polizze auto in Italia sono tra le più care d’Europa.

Per consultare l’elenco di tutte le province che hanno richiesto la variazione dell’aliquota dell’imposta RCA è possibile consultare il sito finanze.gov.it.



Agomento: Aumento Aliquota Imposta RC Auto
Articolo pubblicato il 27 giugno 2011